OpenDataHacklab

23-10-2019

Sull'importanza dei Siti Web

Social e piattaforme web consentono di raggiungere un vasto pubblico o anche solo particolari nicchie e persone che altrimenti probabilmente non verrebbero mai a conoscenza della vostra esistenza. Per questo motivo molte organizzazioni, soprattutto le più piccole e con meno mezzi, stanno spostando sempre più la propria comunicazione sui questi.

Fatti salvi gli aspetti positivi, affidare tutta la propria comunicazione ad una piattaforma ha dei pericoli e delle controindicazioni.

Inannzitutto spesso le piattaforme social, in particolare quelle di microblogging, non permettono una presentazione organica di tutti i propri contenuti sviluppati nel tempo: l'utente non riuscirà ad avere una visione chiara di tutti gli argomenti che avete trattato ma solo di quelli pubblicati più di recente; inoltre gli sarà impossibile effettuare ricerche su questi e con difficoltà ritroverà gli articoli anche solo di pochi giorni fa.

Inoltre, spesso una organizzazione produce contenuti di varia natura, provando anche ad essere presente su diverse piattaforme.

In ultimo, ma non meno importante, le piattaforme possono cadere in disuso (famoso il caso di MySpace) e i gestori delle piattaforme possono decidere per vari motivi di eliminare pagine e account o, più subdolamente, di modificarne la visibilità e i contenuti.

Per evitare i rischi connessi all'utilizzo di piattaforme social ma senza rinunciare ai benefici che queste offrono una possibile strategia è quella di creare un proprio sito web, sul quale voi sarete gli unici ad avere giurisdizione (a meno di interventi dell'autorità giudiziaria) e poi condividere i contenuti da questi sui vari social. Esattamente come è stato fatto per questo articolo.

Condividi